Finanziamenti Agevolati SIMEST per l’internazionalizzazione delle PMI

SIMEST ha reso disponibili opportunità di finanziamento agevolato per l’internazionalizzazione per le PMI interessate alla crescita mediante lo sviluppo del business fuori dai confini nazionali.

Società del Gruppo Cassa depositi e prestiti, SIMEST sostiene la crescita delle imprese italiane attraverso l’internazionalizzazione della loro attività ed opera attraverso finanziamenti per l’internazionalizzazione, il supporto del credito alle esportazioni e la partecipazione al capitale.

Vediamo, nel dettaglio seguente, quali sono le opportunità disponibili e chi può beneficiarne.

PROGETTI AMMISSIBILI

E’ possibile presentare domanda per ottenere finanziamenti agevolati per l’Internazionalizzazione SIMEST per progetti di:

  • Redazione di studi di pre-fattibilità e fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali;
  • Partecipazione a Fiere, Mostre e Missioni di Sistema utile a far conoscere all’estero i propri prodotti/servizi;
  • Programmi di inserimento sui mercati extra UE dell’azienda attraverso l’apertura delle prime strutture commerciali (ufficio, show room, negozio o corner in un Paese extra UE e relative attività promozionali).
  • Programmi di assistenza tecnica per la formazione/addestramento del personale in loco nell’ambito di programmi di assistenza tecnica collegati ad investimenti italiani in Paesi extra UE;
  • Finanziamenti per la patrimonializzazione delle PMI esportatrici.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare tutte le PMI, in forma singola o aggregata.

Per i programmi di finanziamento per la patrimonializzazione, possono fare domanda tutte le PMI  aventi sede legale in Italia, che abbiano realizzato in ciascuno dei tre esercizi finanziari precedenti la presentazione della domanda, un fatturato estero pari, in media, ad almeno il 35% del fatturato aziendale totale.

TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO

Il finanziamento agevolato (al tasso del 10% del tasso di riferimento UE) può coprire fino al 100% delle spese. Il rimborso del capitale avviene in rate semestrali posticipate costanti.

IMPORTO MASSIMO FINANZIABILE

Per ogni tipologia di domanda, è stabilito uno specifico importo massimo:

  • Per i progetti di studio di fattibilità: (fino al 12,5% del fatturato medio dell’ultimo triennio) comunque non superiore a € 150.000 per studi collegati a investimenti commerciali e € 300.000 per studi collegati a investimenti produttivi.
  • Per i progetti di partecipazione a fiere e mostre: (fino a un massimo del 10% dei ricavi dell’ultimo esercizio); comunque non superiore a € 100.000,00.
  • Per i programmi di inserimento sui mercati extra UE: il finanziamento non può superare il limite del 25% dei ricavi medi degli ultimi 3 esercizi fino ad un importo massimo di 2,5 milioni di euro.
  • Per i programmi di assistenza tecnica: importo non superiore a € 300.000,00. In ogni caso, il finanziamento non può superare il limite del 12,5% dei ricavi medi degli ultimi 3 esercizi.
  • Per i programmi di patrimonializzazione: L’importo massimo è di € 400.000,00, calcolato nel limite del 25% del patrimonio netto dell’impresa richiedente.

COSTI AMMISSIBILI

  • Per gli studi di fattibilità: spese e retribuzioni al personale interno (a cedolino) comprensive di viaggi e soggiorni, per prestazioni sia in Italia che all’estero, per il tempo effettivamente dedicato allo studio. Spese per il personale esterno relative a consulenze specialistiche comprensive dei relativi viaggi e soggiorni.
  • Per i progetti di partecipazione a fiere e mostre: spese per area espositiva, spese logistiche, spese promozionali, spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra.
  • Per i programmi di inserimento nei mercati extra UE: Classe ISpese di funzionamento della struttura (locali, allestimento, personale, viaggi ecc.). Classe II – spese per attività promozionali, formazione, consulenze (10%), altre spese promozionali. Classe III – spese generali (30% forfettario della somma delle spese precedenti);
  • Per i programmi di assistenza tecnica: le retribuzioni a personale interno ed esternocomprensive di viaggi e soggiorni, per prestazioni sia in Italia che all’estero, per il tempo effettivamente dedicato al progetto.

 

Share this post:

Articoli collegati

Lascia un tuo commento