Come impostare la privacy degli account social

È possibile mettere al sicuro i propri dati personali sui social? Tantissime volte ci siamo posti questa domanda, riuscendo difficilmente a trovare una risposta che fugasse tutti i nostri dubbi. In realtà, cambiando alcune impostazioni privacy dei nostri account social, è possibile aumentare il livello di sicurezza, ma non possiamo scomparire da Internet (a meno che non decidiamo di cancellare tutti i nostri profili e chiedere la rimozione forzata dei contenuti che ci riguardano).

Se abbiamo deciso di iscriverci su Facebook, Twitter o Instagram, dobbiamo mettere in preventivo che una piccola parte dei nostri dati personali venga resa di pubblico dominio.

Se vogliamo mantenere privati alcuni aspetti che condividiamo sui social, lo possiamo fare agendo direttamente nelle impostazioni del nostro account. Facebook, Twitter e Instagram permettono di rendere privato l’account e di non mostrare agli altri utenti i contenuti che pubblichiamo. Non sarà possibile nascondersi, ma perlomeno alcune persone non potranno vedere le nostre foto e i video che si condividono sui social network. Ecco una guida per aumentare la privacy su Facebook, Twitter e Instagram.

Facebook

Su Facebook è impossibile rendere privato il proprio account. Ma cambiando alcune impostazioni, si potrà decidere a chi far vedere i contenuti che pubblichiamo.

Innanzitutto, quando si decide di pubblicare un post, si può decidere a chi mostrarlo. Prima di pubblicare il contenuto, è possibile scegliere le persone che lo potranno vedere. Premendo sul bottone posizionato in basso vicino a Pubblica, si aprirà una finestra con diverse opzioni: scegliendo quella che meglio si adatta alle proprie necessità, si potrà decidere con chi condividere il post. Le opzioni sono diverse: scegliendo Amici il contenuto sarà visibile solo a coloro con cui si è stretto amicizia su Facebook, mentre selezionando Tutti, le immagini potranno essere viste anche dagli tutti gli utenti del social network. Se invece, si vorrà aumentare la privacy, si dovrà scegliere una delle altre possibilità: “Amici tranne“, “Amici specifici” o “Solo io“. Se si sceglierà “Amici tranne” il post non sarà visibile solo alle persone presenti nella black list creata appositamente, mentre “Amici specifici” permetterà di condividere le immagini e i video con pochi intimi.

Senza dover cambiare l’impostazione ogni volta che pubblichiamo un contenuto, è possibile decidere con quali persone condividere una foto direttamente dal menu del profilo. Entrando all’interno delle Impostazioni, si dovrà scegliere Privacy dalla colonna di sinistra e si aprirà una nuova pagina con diverse voci dedicate alla sicurezza del proprio account. Nella sezione “Chi può vedere le mie cose?” si potrà decidere di rendere quasi impenetrabile l’account. Se vogliamo proteggere la privacy, alla voce “Chi può vedere i tuoi post futuri?” bisognerà scegliere “Amici” o “Amici tranne” escludendo gli utenti presenti nella propria black list. Inoltre, sarà necessario controllare tutti i posti in cui si verrà taggati.

Alla voce “Chi può cercarti usando l’indirizzo e-mail che hai fornito?” si dovrà impostare l’opzione “Amici“, invece per far scomparire il proprio account dai motori di ricerca, si dovrà selezionare la voce “Desideri che i motori di ricerca esterni a Facebook reindirizzino al tuo profilo?” e togliere la spunta all’opzione “Consenti ai motori di ricerca esterni a Facebook di reindirizzare al tuo profilo“.

Cambiando queste impostazioni non si diventerà invisibili, ma sicuramente aumenterà la privacy e la sicurezza del proprio account Facebook.

Twitter

Anche Twitter permette di cambiare alcune impostazioni delle privacy per migliorare la sicurezza del proprio account. Il primo passaggio da compiere è entrare all’interno delle Impostazioni del proprio account e premere sulla voce “Privacy e sicurezza” presente nella colonna di sinistra. Si aprirà una nuova finestra con tutte le impostazioni sulla privacy. Per proteggere i propri tweet si dovrà mettere la spunta sulla voce “Proteggi i miei tweet“, in questo modo i cinguettii saranno visibili solamente ai propri follower. Per restare “anonimo” si potrà decidere che nessuno possa taggarvi nelle foto. Infine nella sezione dedicata alla Reperibilità, si dovrà togliere la spunta sia alla voce “Consenti agli altri di trovarmi tramite la mia email” sia a “Consenti agli altri di trovarmi tramite il mio numero“.

Cambiando queste impostazioni, si avrà un maggior controllo sulla privacy del proprio account Twitter.

Instagram

Rispetto a Facebook, Instagram offre la possibilità di rendere il proprio account Privato, in modo che le immagini possano essere viste solamente dai propri follower. Per rendere Privato il profilo si dovrà lanciare l’applicazione, premere sulla propria immagine in basso a destra e poi toccare l’icona con tre puntini verticali presente in alto a destra. Si aprirà un nuovo menu e si dovrà scorrere in basso fino a quando non si incontrerà la voce “Account privato” e si dovrà attivare la funzione.

Share this post:

Articoli collegati

Lascia un tuo commento