La nuova ISO 9001:2015 Dovremo probabilmente aspettare il 2015 per la nuova versione della ISO 9001

Non ci siamo ancora abituati a chiamare l’attuale ISO 9001 con la sua corretta estensione, 2008, ( non più ISO 9001:2000, dunque) che già si inizia a parlare della nuova revisione della norma che regola i Sistemi di Gestione per la Qualità e che sarà pubblicata, probabilmente, nel 2015.

Il Comitato Tecnico dell’ISO responsabile delle revisioni e delle nuove emissioni della ISO 9001 sta analizzando proprio in questo periodo quali cambiamenti apportare all’attuale versione, anche alla luce di quanto ci è stato anticipato con la nuova ISO 9004:2009.

La prima versione della ISO 9001, quella del 1987, fu preparata in sette anni di lavoro. Sette anni dopo fu pubblicata la ISO 9001:1994 mentre per lo stravolgimento della famosa ISO 9001:2000 ci vollero solo sei anni.
Passarono altri otto anni e, nel 2008, fu pubblicata l’ultima versione del documento, quella attualmente in vigore.

La futura ISO 9001 potrebbe, dunque, essere pubblicata, con molta probabilità, entro il 2015.

Una delle maggiori difficoltà che il Comitato Tecnico ISO si troverà ad affrontare nel redigerla sarà quella di allineare al massimo la ISO 9001 con le norme che regolano altri sistemi di gestione come, ad esempio, la ISO 14001 che si occupa della gestione ambientale. Il tutto, naturalmente, nell’ottica di favorire sempre più i sistemi integrati.

Dato che uno dei criteri per sviluppare la ISO 9001:2000 fu quello di non inserire nella norma requisiti nuovi ma di rivoluzionare solo la sua struttura, ci ritroviamo davanti un documento, quello pubblicato nel 2008, i cui requisiti risalgono addirittura al 1994. Quando uscirà la nuova revisione, dunque, forse nel 2015, ci troveremo davanti un testo che dovrà colmare quasi 20 anni di aggiornamenti!

Anche se la ISO 9001 è lo standard principale e più conosciuto quando parliamo di Qualità, ci sono molti miglioramenti che possono essere apportati. Ad esempio molti credono che la norma sia un modello di Sistema Qualità e che, semplicemente parafrasando la lista dei requisiti che contiene, si possa mettere in piedi il proprio sistema.
In realtà, il nostro SGQ dovrebbe svilupparsi a partire da questo elenco che non può certo definirsi completo.

Un altro problema è quello di puntare di più su miglioramento e innovazione invece che sulla semplice conformità.

Insomma, c’è molto da fare ancora.

(Liberamente tratto e tradotto da Parker Quality)

Share this post:

Articoli collegati

[adrotate group="2"]

Lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.