Sicurezza Alimentare

La sicurezza alimentare è una responsabilità che può essere assicurata soprattutto attraverso gli sforzi combinati di tutte le figure coinvolte nella filiera agro-alimentare: infatti, poiché i pericoli per la salute umana derivanti dal consumo di alimenti possono essere introdotti ad ogni livello della filiera, è indispensabile il controllo di ogni stadio.

La norma internazionale “ISO 22000 Food Safety Management Systems – Requirements for any organization in the food chain” definisce i requisiti per la progettazione e l’applicazione di un sistema di gestione della sicurezza alimentare in ogni azienda della filiera agro-alimentare ed ha lo scopo di armonizzare a livello internazionale i diversi standard volontari sviluppati in ambiti nazionali per lo sviluppo e la gestione della sicurezza alimentare attraverso il metodo HACCP.
Inoltre, la norma introduce il fondamentale concetto della comunicazione interattiva tra le diverse figure della filiera, a monte e a valle della produzione, elemento essenziale per assicurare che tutti i rischi legati alla sicurezza alimentare siano identificati ed adeguatamente controllati in ogni fase.

La norma conferma, infine, la validità dei principi del Codex Alimentarius per lo sviluppo del sistema HACCP e crea un elemento di congiunzione tra i sistemi di gestione della qualità implementati in accordo alla ISO 9001 e il cosiddetto “Pacchetto igiene”.

La norma è applicabile a tutte le organizzazioni, direttamente o indirettamente coinvolte nella filiera agro-alimentare: produttori di mangimi, produttori primari, industrie di prima e seconda trasformazione, operatori del trasporto e della logistica, distributori, produttori di attrezzature e impianti per l’industria alimentare, di materiale per il confezionamento, di prodotti per la detergenza e la disinfezione,

Obiettivi e vantaggi 

  • Pianificare, attuare, rendere operativo, mantenere e aggiornare un sistema per la gestione della sicurezza alimentare focalizzato ad ottenere prodotti che, secondo l’uso previsto, siano sicuri per il consumatore;
  • assicurare la conformità ai requisiti di legge applicabili per la sicurezza alimentare;
  • valutare e definire i requisiti del cliente e dimostrare la conformità con quei requisiti mutuamente concordati che riguardano la sicurezza alimentare, al fine di aumentare la sua soddisfazione;
  • ottimizzare le risorse interne e lungo la filiera;
  • comunicare efficacemente gli aspetti della qualità e della sicurezza alimentare ai fornitori, ai clienti e alle pertinenti parti interessate della filiera alimentare.

Share this post:

Articoli collegati

[adrotate group="2"]

Lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.