Sostegno ai processi di innovazione aziendale 4.0 nelle Marche

Il bando intende favorire reali processi di innovazione tecnologica e digitale delle pmi marchigiane, attraverso il sostegno a nuovi investimenti materiali e immateriali, nell’ottica del “Piano Nazionale Industria 4.0”.

Il processo d’innovazione deve essere strettamente correlato alla valorizzazione delle risorse umane. A tale fine, per poter partecipare, l’impresa dovrà attivare almeno un tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni previste le pmi marchigiane che abbiano avviato, successivamente al 7/09/2017, da almeno 60 giorni, almeno un tirocinio di inserimento/reinserimento al lavoro. Le imprese beneficiare devono avere, quale attività economica principale alla data di presentazione della domanda, la seguente classificazione ATECO 2007:

Settore C – Attività manifatturiere (tutti i codici Ateco);

Settore M – Limitatamente al codice 71 (attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudo e analisi tecniche) e al codice 72 (ricerca scientifica e sviluppo).

TIPOLOGIE DI INVESTIMENTI AMMISSIBILI

Al fine del presente bando, gli investimenti devono essere riconducibili ad una o più delle aree previste nel Piano Nazionale Industria 4.0:

  1. Automazione industriale;
  2. Smart and Digital Factories;
  3. Sistemi produttivi flessibili;
  4. Produzione rapida;
  5. Progettazione e sviluppo di prodotti multifunzione, modulari e configurabili;
  6. Progettazione di prodotti di alta qualità attraverso tecnologie digitali innovative di modellazione e simulazione del prodotto e del sistema di produzione;
  7. Progettazione integrata;
  8. Realizzazione del sistema di etichettatura per la tracciabilità del prodotto.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili:

  • Acquisto di beni strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave Industria 4.0 (come da Appendice a.1), comprese le relative spese di installazione;
  • Acquisto di beni immateriali – software, sistemi e/ system integration, piattaforme e applicazioni (di cui Appendice A.2), comprese le relative spese di installazione;
  • Acquisto di servizi di sostegno all’innovazione,
  • Spese per il personale attivato mediante tirocinio nella misura del 60% della spesa sostenuta;
  • Perizia tecnica giurata;
  • Costo della fidejussione bancaria

INTENSITA’ DI AIUTO

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale nella misura indicata rispetto al regime  di aiuti scelto dal beneficiario (se in De Minimis o in regime di esenzione n.b. alcune sono obbligatoriamente in De Minimis), nelle seguenti forme:

1. Spese per beni strumentali, di cui all’App. A1 del bando e beni immateriali, di cui all’App. A2 del bando ( a titolo de minimis):

 35% beni strumentali;
 50% beni immateriali;

2. Spese per beni strumentali, di cui all’App. A1 del bando e beni immateriali, di cui all’App. A2 del bando (Reg. (UE) 651/2014 e s.m.i. – in regime di esenzione).

 20% per le piccole imprese (30% se rientranti nell’elenco dei Comuni dell’art. 107, paragrafo 3, lettera c, del TFUE);

 50% beni immateriali;

3. Spese per servizi di sostegno all’innovazione  in regime di esenzione e a titolo de minimis);

 50% della spesa;

4. Spese per il personale attivato mediante tirocinio ( a titolo de minimis):

 60%, al lordo di eventuali oneri di carattere fiscale.

Il contributo complessivo massimo concedibile per le spese cnon potrà, in ogni caso, superare l’importo di € 145.000,00.

AIUTI ALL’ASSUNZIONE

Ai beneficiari del bando sarà riconosciuto un ulteriore contributo (attraverso specifico avviso) nel caso di trasformazione del tirocinio in contratto di lavoro subordinato o di assunzione di lavoratori che risultino aggiuntivi (rispetto all’organico risultante al momento della presentazione della domanda e coerenti). I contributi sono pari a:

  • € 7.000,00 per assunzioni a tempo indeterminato;
  • € 3.000,00 per assunzioni a tempo determinato di almeno 24 mesi

Gli importi sono elevabili del 30% in caso di assunzione di lavoratori disabili e del 10% per lavoratori/lavoratrici di età superiore ai 45 anni.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di partecipazione dovrà essere preceduta dall’attivazione di almeno un tirocinio e a decorrere dal 60° giorno della data della comunicazione obbligatoria (Unilav) di avvio del tirocinio.

Share this post:

Articoli collegati

Lascia un tuo commento