Pubblicato il nuovo bando regionale: contributi a fondo perduto per il calo di fatturato causa Covid 19

E’ stato pubblicato l’avviso pubblico che permetterà di ricevere contributi a  fondo perduto a quelle attività che, a causa della grave crisi economica derivante dell’emergenza  Covid 19, ad aprile scorso hanno registrato un calo dei ricavi e compensi del 33% rispetto all’anno precedente. La mensilità che sarà presa in considerazione per la stima del calo sarà quella di aprile 2020 in rapporto ad aprile 2019.  

SOGGETTI BENEFICIARI

I beneficiari del presente Avviso sono le imprese localizzate nella Regione Abruzzo di tutti i settori economici ammessi dalla normativa europea3
, nonché i soggetti esercenti attività di lavoro autonomo, titolari di partita IVA.

Nel caso agenzie di viaggio, contrassegnate dal Codice Ateco 79.1 ed operanti sul territorio regionale, il contributo spetta a condizione che il volume d’affari relativo al mese di aprile 2020 sia inferiore di almeno il 33% rispetto a un dodicesimo del volume di affari dell’anno precedente.

PERIODO DI RIFERIMENTO E AMMONTARE CONTRIBUTO

Il contributo previsto dalla Legge Cura Abruzzo 2 spetta se l’ammontare dei ricavi o dei compensi di aprile 2020 sia effettivamente diminuito di almeno 1/3 rispetto a quello del mese di aprile 2019. 

Nel caso relativo alle attività operanti ad aprile 2019, il contributo spettante viene calcolato sull’ammontare dei ricavi o dei compensi di aprile 2019. Se l’attività è stata avviata, al contrario, successivamente al mese di aprile 2019, l’importo del contributo spettante viene calcolato sulla media mensile di ricavo o compensi dalla data dall’avvio dell’attività fino a marzo 2020.

PRESENTAZIONE ISTANZE E PRIORITA’ DI FINANZIAMENTO

Avranno diritto ad accedere al fondo perduto le imprese con ricavi non superiori a 1 milione, nel periodo d’imposta precedente a quello relativo alla data di entrata in vigore della legge, o i soggetti di attività di lavoro autonomo con compensi non superiori a 120 mila euro. Il contributo non spetta, invece, a chi ha cessato la propria attività alla data del 31 marzo.

Sarà possibile presentare la domanda a partire dalle ore 00:00 del 22 luglio sino ad esaurimento delle risorse.

ENTITA’ DELL’AGEVOLAZIONE

Il contributo è determinato applicando sull’ammontare dei ricavi o dei compensi di aprile 2019, o sull’ammontare medio mensile dei ricavi o dei compensi (per le AGENZIE DI VIAGGIO), le seguenti percentuali:


a. 15% per le imprese e i lavoratori autonomi con ricavi o compensi fino a euro 120.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso;


b. 7,5% per le sole imprese con ricavi da euro 120.001,00 fino a euro 400.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso;


c. 5,5% per le sole imprese con ricavi superiori a euro 400.001,00 fino a euro
1.000.000,00 nel periodo d’imposta precedente a quello in corso.


2. L’ammontare del contributo a fondo perduto è riconosciuto, per un importo comunque non inferiore a:

a. settecentocinquanta euro per le persone fisiche (lavoratori autonomi);
b. mille euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche (imprese).


3. Per le agenzie di viaggio contrassegnate dal Codice Ateco 79.1, ed operanti sul territorio regionale, il contributo spetta nella misura fissa di euro 3.000,00, sempre a condizione che il volume d’affari relativo al mese di aprile 2020 sia inferiore di almeno il 33% rispetto a un dodicesimo del volume di affari dell’anno precedente

 

Share this post:

Articoli collegati

[adrotate group="2"]

Lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.