Incentivi per l’internazionalizzazione delle imprese dal SIMEST

SIMEST, società del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, supporta, attraverso strumenti agevolativi, l’internazionalizzazione delle imprese.

Un’importante novità è stata introdotta a seguito dell’emergenza Covid 19:

Fino al 31 dicembre 2020, sono previsti prestiti a Tasso Agevolato a copertura del 100% delle spese ammissibili, senza la necessità di presentare garanzie, con la possibilità di richiedere fino al 50% del finanziamento a fondo perduto, nel limite di € 800.000 di aiuti di stato ricevibili. 

Nel dettaglio, Sono 7 gli strumenti con cui SIMEST sostiene le imprese nel processo di internazionalizzazione.

Con i Finanziamenti per l’internazionalizzazione SIMEST puoi coprire il 100% delle spese per:

  • Patrimonializzazione delle imprese esportatrici
  • Partecipare a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema
  • Inserimento Mercati Esteri
  • Temporary Export Manager
  • E-Commerce
  • Studi di Fattibilità
  • Programmi di Assistenza Tecnica per la formazione e programmi di assistenza tecnica post vendita in Paesi esteri.

CHI PUO’ PRESENTARE LA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO?

  • Tutte le imprese con sede legale in Italia (anche costituite in forma di “Rete Soggetto”).
  • Per poter accedere al finanziamento bisogna aver depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi (uno solo nel caso di domanda di finanziamento a valere sullo strumento per la partecipazione a fiere).

COSA FINANZIA LO STRUMENTO FIERE, MOSTRE E MISSIONI DI SISTEMA?

È un finanziamento a tasso agevolato con una quota di fondo perduto fino al 50% della spesa, a regime “de minimis” per sostenere la partecipazione a fiere, mostre, missioni imprenditoriali/eventi promozionali e missioni di sistema, anche virtuali, per promuovere l’attività nei mercati esteri o in Italia (solo per eventi di carattere internazionale).

Quali sono le spese ammissibili?

  • i viaggi, i soggiorni e le indennità di trasferta del tuo personale interno adibito allo studio, nonché i compensi, i viaggi e soggiorni per il personale esterno che puoi incaricare con apposito contratto di collaborazione.
  • Inoltre, è ammissibile anche una quota della retribuzione del personale interno per un importo massimo pari al 15% del totale delle spese ammesse e rendicontate.

Cosa finanzia lo strumento Studi di prefattibilità e fattibilità in Paesi esteri?

  • È un finanziamento a tasso agevolato a regime “de minimis” per la verifica preventiva da parte della tua impresa della fattibilità di un investimento commerciale o produttivo.
  • Le spese finanziabili riguardano i viaggi, i soggiorni e le indennità di trasferta del tuo personale interno adibito allo studio, nonché i compensi, i viaggi e soggiorni per il personale esterno che può essere incaricato con apposito contratto di collaborazione.
  • Inoltre, è ammissibile anche una quota della retribuzione del personale interno per un importo massimo pari al 15% del totale delle spese ammesse e rendicontate.

 Cosa finanzia lo strumento per Programmi per lo sviluppo del commercio elettronico (e-commerce) in Paesi extra UE

È un finanziamento a tasso agevolato, a regime “de minimis” per sostenere il tuo sviluppo di soluzioni di ecommerce in Paesi esteri, attraverso una piattaforma informatica sviluppata in proprio o tramite soggetti terzi (market place), per la distribuzione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

Le spese finanziabili sono relative alla creazione e sviluppo di una propria piattaforma informatica; le spese relative alla gestione/funzionamento della propria piattaforma informatica / market place; le spese relative alle attività promozionali ed alla formazione connesse allo sviluppo del programma.

Cosa finanzia lo strumento Programmi di inserimento nei mercati esteri?

È un finanziamento a tasso agevolato a regime “de minimis” che favorisce l’ingresso della tua impresa nei mercati esteri mediante la realizzazione di strutture commerciali per promuovere beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano.

Le spese finanziabili riguardano il funzionamento della struttura che si realizza nel Paese prescelto e le spese per attività promozionali.

Cosa finanzia lo strumento Inserimento temporaneo in azienda di Temporary Export Manager (TEM)?

È un finanziamento a tasso agevolato, a regime “de minimis” per l’inserimento temporaneo in azienda di figure professionali specializzate finalizzato alla realizzazione di progetti di internazionalizzazione

A titolo esemplificativo e non esaustivo, possono essere considerati TEM anche i Temporary Digital Marketing Manager, i Temporary Innovation Manager, ecc., qualora i loro servizi siano finalizzati a sviluppare processi di internazionalizzazione.

QUALI SONO LE SPESE AMMISSIBILI?

Le spese finanziabili sono relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (temporary export manager), risultanti da un apposito Contratto di Servizio (tali spese devono essere almeno pari al 60% del finanziamento concesso), nonché altre spese accessorie strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza del TEM.

Share this post:

Articoli collegati

[adrotate group="2"]

Lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.